dal 1999 testimone di un’evoluzione

Il codice da vinci

Prossimamente nel cestone delle offerte!

Cari lettori di DVD italy, quando tra non molto il Codice Da Vinci uscirà in dvd nelle sue svariate edizioni (con libro, con gioco da tavola, con lampada da lettura, con videogame, con cartina autostradale e magari navigatore satellitare)… voi da che parte starete? Lo metterete in carico nella vostra teca o lo lascerete giacere nel cestone delle offerte?
E’ importante cominciare a riconoscere la qualità di un film e di un’opera, ma soprattutto il suo reale valore.

Lanciato sul mercato con proclami da epocale kolossal, a noi questo Codice Da Vinci, più che un film è sembrato tanto una puntata di Topolino, con “Mickey Hanks”, “Minnie Tatou”, “Pippo Reno”, lo strampalato “professor McKellen” e tutta una serie di buffi personaggi tipici di un classico fumetto Disney da leggere sotto l’ombrellone.
Il film di Ron Howard è parodia del cinema, al pari dei “Promessi paperi”, “Paperin Babà” o la “Paper-odissea”.

Il vero mistero svelato è stato quello di mostrare al mondo la consistenza di un libro (furbo e avventuroso fumettone per tutti i gusti) attraverso un film che non fa altro che svelare la sua reale, inconsistente, essenza.

Guardatevi pure il film e pensate bene se sarà il caso di investire altri soldi per aggiungere alla vostra teca un’opera del genere.
Il nostro monito è quello di cominciare a ragionare con la propria testa, a guardare la verità, non quella che propina il film ma quella del nostro portafoglio e a rispedire al mittente le cose che valgono poco o nulla.

(c) foto: Sony Pictures

data: 25/05/2006