dal 1999 testimone di un’evoluzione

Warning: Use of undefined constant php - assumed 'php' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.dvd-italy.it/home/wp-content/themes/readanddigest-child/single.php on line 15

Multimedia San Paolo, cinema d’autore

Intervista esclusiva al direttore editoriale Roberto Di Diodato

Roberto Di Diodato, benvenuto su DVD italy webzine!
Ci può fare una breve presentazione ed una cronologia storica dei dvd di Multimedia San Paolo ?

Multimedia San Paolo nasce nel lontano 1938 (allora Sampaolofilm) con il proposito di far giungere al grande pubblico cultura, valori estetici e umani attraverso il grande cinema. Un’eredità difficile e complessa che Multimedia San Paolo ha fatto propria nella sua totalità. Il primo listino di videocassette, datato gennaio 1985, comprendeva i film classici della cinematografia europea, rivolgendosi ai frequentatori delle cineteche prima e delle videoteche poi. Se il primo dvd è stato “LE AVVENTURE DI PINOCCHIO ” di Luigi Comencini, prodotto dalla San Paolo con Rai negli anni ’70, il secondo è stato “IL SETTIMO SIGILLO” di Ingmar Bergman. Da subito infatti abbiamo cercato di estendere i diritti che avevamo per le edizioni in vhs anche al dvd. Tenendo sempre fede alla nostra linea editoriale, abbiamo scelto di continuare con le serie dei grandi registi o di un periodo come stiamo facendo ancora con il Nuovo Cinema tedesco o la Nouvelle Vague francese; oppure inserendo registi meno noti, ma altrettanto interessanti: il tedesco Groning, il cinese Zhang Yuan, il russo Lounguine.

Il vostro catalogo ormai ha superato il numero 200. Quali sono stati i titoli che vi hanno dato maggiori soddisfazioni?
Certamente “Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini che, ogni anno, è in testa alle vendite dei film per ragazzi. Grandi soddisfazioni ci ha dato il primo cofanetto di Bruno Bozzetto (Vip, mio fratello Superuomo, West & Soda, Allegro ma non troppo e 11 corti); siamo certi che sarà così anche con il secondo cofanetto di Bruno Bozzetto: IL SIGNOR ROSSI – Una vita da cartone, appena uscito in distribuzione. Un titolo che è andato al di là delle nostre migliori aspettative di vendita è stato “Il grande silenzio” di Philip Gröning, un successo nato dal passaparola tra i pochi che hanno potuto vedere il film nelle sale cinematografiche.

Il futuro del formato DVD. Nonostante sia arrivato il nuovo formato Blu-ray – che noi speriamo affiancherà il dvd e non lo sopprimerà – come vede il futuro del nostro formato digitale?
Al di là dei nuovi formati, ai quali ci adegueremo, abbiamo rilevato che il segmento dei film classici non risente molto della flessione costante del mercato dell’home video. Se l’offerta di film recenti e recentissimi aumenta con le tv satellitari, le PPV e le nuove tecnologie che necessariamente si rivolgono al grande pubblico, i classici rimangono appannaggio di una fetta di mercato che si amplia con la maggiore diffusione di cinema in generale e non si accontenta di un passaggio. Il nostro Catalogo in parte risponde alle necessità e alle caratteristiche del collezionista.

Il vostro catalogo unisce grandi maestri come Bergman, Bresson, Bruno Bozzetto, Tati, Bunuel e tanti altri. Ci può dare qualche anteprima sulle novità per il 2009?
Dopo l’uscita di “Carmen story” di Carlos Saura, avremo presto i titoli più significativi del regista spagnolo: “Elisa vida mia”, “Mamà compie cent’anni”, “Crìa cuervos” e “La Caccia”. Anche alcuni inediti di Kieslowski, come “Non uccidere”, e “Non desiderare la donna d’altri” entreranno in catalogo oltre a “Music box” di Costa Gavras. Il prossimo febbraio invece usciamo con uno dei più grandi film comici di tutti i tempi: “TRE UOMINI IN FUGA”, mai editato per l’home video. Usciranno subito dopo altri tre film con Luis De Funès protagonista.

Parliamo ora delle edizioni che hanno deluso gli appassionati e la stampa specializzata. Tutti i Bunuel sono stati piuttosto bistrattati, c’è la speranza che possano essere rieditati con materiali originali e di alta qualità?
In parte la sua osservazione è vera. Ma, come è facile immaginare, il mercato internazionale non offre molto di meglio sotto il profilo qualitativo per i film che hanno già una certa “età”. Tuttavia della serie di Buñuel abbiamo già rieditato “Viridiana” e “L’angelo sterminatore”, mentre “Quell’oscuro oggetto del desiderio” non presenta problemi. Il nostro obiettivo, naturalmente, è di riqualificare ttutta la serie, appena se ne presenterà l’occasione.

Avete in programma qualche altra riedizione di titoli che non vi hanno soddisfatto o per i quali avete trovato successivamente materiali migliori?
Stiamo lavorando ad una prossima riedizione di “LADRI DI BICICLETTE” dopo un nuova masterizzazione.

Le devo fare i complimenti per l’ottimo lavoro svolto con le opere di Bruno Bozzetto. Avete intenzione di ampliare il vostro catalogo d’animazione a qualche altro maestro del settore, italiano e non?
Per ora continuiamo con l’edizione di cartoni animati rivolti ai più giovani. La nostra collaborazione con il Gruppo Alcuni dei fratelli Manfio di Treviso, dopo la serie dei Cuccioli, prosegue con la serie dedicata al giovane Leonardo, passata su Rai 2

Ringraziamo il direttore editoriale di Multimedia San Paolo per la sua cortese disponibilità.

Intervista realizzata il 03-12-2008
© 2008 – DVD italy webzine

data: 03/12/2008