dal 1999 testimone di un’evoluzione

Per chi non la conoscesse la Toei è, in poche parole, la Disney d’Oriente avendo fatto anch’essa la storia del cinema d’animazione a partire dalla fine degli anni Cinquanta con fondamentali titoli, uno dei primi a riscontrare un enorme successo di pubblico e ad essere distribuiti fuori dal Giappone è proprio “La leggenda del serpente bianco” diretto da Taiji Yabushita, primo film d’animazione a colori giapponese e ora pubblicato in questa bellissima collana realizzata dalla Dynit. La casa bolognese ha

Per chi non la conoscesse la Toei è, in poche parole, la Disney d’Oriente avendo fatto anch’essa la storia del cinema d’animazione a partire dalla fine degli anni Cinquanta con fondamentali titoli, uno dei primi a riscontrare un enorme successo di pubblico e ad essere distribuiti fuori dal Giappone è proprio “La leggenda del serpente bianco” diretto da Taiji Yabushita, primo film d’animazione a colori giapponese e ora pubblicato in questa bellissima collana realizzata dalla Dynit.

Per chi non la conoscesse la Toei è, in poche parole, la Disney d’Oriente avendo fatto anch’essa la storia del cinema d’animazione a partire dalla fine degli anni Cinquanta con fondamentali titoli, uno dei primi a riscontrare un enorme successo di pubblico e ad essere distribuiti fuori dal Giappone è proprio “La leggenda del serpente bianco” diretto da Taiji Yabushita, primo film d’animazione a colori giapponese e ora pubblicato in questa bellissima collana realizzata dalla Dynit.

Luca Guadagnino è sempre stato piuttosto poco considerato in Italia, soprattutto dai critici, ma all’estero è decisamente più apprezzato grazie soprattutto al film con il quale si è contraddistinto, “Io sono l’amore” uscito nel 2009. Poi è letteralmente esploso e molti hanno gridato al capolavoro con questa sua ultima opera, Chiamami col tuo nome, da

Dopo un decennio, dal 2001 al 2010, folgorante pieno zeppo di capolavori e grandi film (Mystic River, Million Dollar Baby, il dittico Flags of Our Fathers e Lettere da Iwo Jima, Gran Torino e Hereafter) il nuovo decennio per Clint Eastwood non è partito in modo così folgorante come il precedente: prima convince solo in

Questo bellissimo thriller a sfondo politico diretto da Larry Pearce e con un grandioso ed indimenticabile Charlton Heston è disponibile già da tempo in home-video grazie alla Pulp Video. Un film da recuperare e, perché no, da rivalutare.

Da tempo annunciato è finalmente uscito questo cofanetto atteso da migliaia di cinefili affamati di cinema proveniente da tutto il mondo. In questo caso è interamente dedicato al grande regista ungherese Miklós Jancsó con due opere di metà anni Sessanta, I disperati di Sandor del 1966 e L’armata a cavallo dell’anno successivo. Al momento non

Da tempo annunciato è finalmente uscito questo cofanetto atteso da migliaia di cinefili affamati di cinema proveniente da tutto il mondo. In questo caso è interamente dedicato al grande regista ungherese Miklós Jancsó con due opere di metà anni Sessanta, I disperati di Sandor del 1966 e L’armata a cavallo dell’anno successivo. Al momento non

Durante i lavori per rinnovare la facciata di un edificio a Beirut, Toni, un cristiano libanese, e Yasser, un rifugiato palestinese, si scontrano per un impianto idraulico. La lite è piuttosto violenta a livello verbale tanto che Yasser finisce per insultare Toni. Quest'ultimo, ferito nella sua dignità, decide di sporgere denuncia e i due vengono

16:9/ltbx 2.35:1 - DD 5.1 (ita), DTS (ita) Guglielmo, uomo di specchiata virtù cristiana, è proprietario di un negozio di articoli religiosi e alta moda per vescovi e cardinali. Sua moglie Lidia, devota consorte per 25 anni, decide di mollarlo proprio il giorno del loro anniversario, stravolgendo il suo mondo e tutte