dal 1999 testimone di un’evoluzione

Forse i produttori di questa pellicola si sono ispirati al grande successo internazionale di “Mammia Mia!” con i grandi successi dance degli Abba, ma in questo caso invece abbiamo una commedia romantica creata su misura sulle canzoni del grande cantautore Lucio Battisti. Diciamo subito non siamo ai livelli del film con Meryl Streep ma più dalle parti dei musicarelli nostrani anni settanta che cita anche Alberto Pezzotta sulla recensione pubblicata su ViviMilano: “L’hanno fatto con Baglioni e con i Beatles,

“Una grande sala da ballo, le storie dei clienti che si intrecciano un sabato sera. Una donna aspetta il suo uomo, sparito da anni senza dare spiegazioni. Un ragazzo e una donna matura si sono dati un appuntamento al buio. Un pugile fallito vuole riconquistare la bella cantante della band. Un ladro incontra una vecchia conoscenza, un maresciallo dei carabinieri, per fortuna distratto da una bella sconosciuta. Quattro professoresse festeggiano una promozione, ma il loro snobismo irrita camerieri e avventori.

Che ritorno spettacolare! La storia in home-video del terzo lungometraggio del grande regista d’animazione giapponese Makoto Shinkai è piuttosto singolare. La Kazé, azienda francese che ha pubblicato diversi titoli anche in Italia, fece uscire nel 2012 un’edizione dvd piuttosto criticata dai fan. Il motivo? Per risparmiare e per praticità fecero doppiare il film nella nostra lingua ad uno studio francese ma non solo, anche i doppiatori non erano italiani e quindi eravamo di fronte ad un doppiaggio maldestro con i

Numerosi critici l’hanno proclamato uno dei migliori film di debutto degli ultimi anni. Il suo regista, Dario Albertini, ha vinto numerosi premi per questa sua folgorante opera prima, uscita nelle sale nel maggio del 2018 grazie alla Tucker Film. Una segnalazione particolare va ai due attori protagonisti, Andrea Lattanzi e Francesca Antonelli, bravissimi. “Un ragazzo di diciott'anni (Manuel) esce da un istituto per minori privi di sostegno famigliare e per la prima volta assapora il gusto dolce amaro della libertà. Una

Minerva Pictures e CG Entertainment portano in home-video questo atipico film fantascientifico noir realizzato tramite un complesso processo d’animazione che mixa immagini riprese dal vivo a numerosi effetti che convertono le immagini in disegni, l’effetto visivo ricorda per certi versi il Sin City di Frank Miller e Robert Rodriguez. Il film è interessante e meritevole di una bella visione tramite il vostro sistema home-theater visto che in sala non è stato distribuito ma solo proiettato in alcuni festival dedicati al

Finalmente è arrivata sugli scaffali dei negozi l’edizione definitiva di questo capolavoro assoluto firmato Mike Leigh, anche se non perfetta come avremmo voluto. A Segreti e bugie il mercato italiano dell’home-video ha dedicato, con questa, ben tre edizioni… la prima in assoluto è stata quella BIM (qui la nostra breve recensione dell’epoca) poi è arrivata una seconda edizione Dall’Angelo realizzata da materiali francesi e con qualità tecniche non eccelse. Ora grazie a questa nuova edizione potremo gustarci al massimo delle

“La storia è quella di un sicario taiwanese, freddo ed abilissimo, che viene mandato a Tokyo per eliminare un obiettivo. La sua missione, però, non avrà un esito positivo e, dopo esser stato catturato e picchiato, riuscirà a fuggire, ritrovandosi in un piccolo villaggio. Qui farà la conoscenza di un bambino e della madre tossica, entrambi originari del Taiwan, con i quali stringerà un rapporto affettuoso, oltre che degli altri abitanti, che con lui non riescono a comunicare, non conoscendo

Lucky Red ha pubblicato nel mese di luglio l’ultima commedia dolceamara diretta ed interpretata da Valeria Bruni Tedeschi. Fin dalla sua prima opera da regista ci ha abituati a melodrammi molto autobiografici, proprio come questa sua ultima opera nella quale racconta il divorzio tra lei ed il suo ex, nonché regista e attore, Louis Garrel, interpretato da Riccardo Scamarcio.

Uno dei grandi maestri del cinema britannico, Terence Davies, torna con questa strepitosa opera, dedicata alla figura della poetessa Emily Dickinson a partire dalla trasgressiva giovinezza fino alla vita adulta di reclusione auto inflittasi. Il film è una vera e propria poesia filmata, un ritratto denso di levità che racconta in modo perfetto la “passione calma” del titolo che ha sempre contraddistinto la vita della poetessa americana.

Il nuovo film della bellissima collana RHV denominata Perduti nel Buio - dedicata a film italiani rimasti invisibili per decenni - è questo “Ballerine” del 1936, diretto dal regista ceco Gustav Machatý e tratto dal romanzo “Fanny ballerina della Scala” di Giuseppe Adami. Dopo un minuzioso lavoro di restauro (presentato al Cinema Ritrovato nel 2011) torna ad essere visibile grazie a questa recente pubblicazione.